Sinfonia dolceamara

Scopra la storia pungente dietro Orange Bitters

Maggiori informazioni
Sinfonia dolceamara

L’arancia amara è una diabolica promessa di piacere. Chi non si lascerebbe sedurre da un vivace cocktail natalizio pungente di agrumi, ricco e luminoso, con una nota infuocata di sottofondo? L’arancia è di certo il frutto simbolo del Natale… Perfino il contrito Ebenezer Scrooge chiede a Bob Crachit di fare ammenda su una "tazza di Smoking Bishop", un punch fatto con arance amare molto popolare nel mondo dickensiano. Nei Paesi Scandinavi le arance amare aromatizzano la versione locale del vin brulé, il glögg, mentre la scorza arricchisce con le sue pungenti note agrumate il pan di zenzero delle feste. Così natalizio…

Certo, l’arancia amara ci ha sempre reso grandi servigi. Oltre a tutto il resto, può vantare la capacità di mettere insieme Enrico VIII e l’Orso Paddington, entrambi golosissimi di “Marmelade” la confettura regina delle colazioni britanniche. Una leggenda suggestiva racconta che questa composta dolce-amara debba il suo nome a Maria Stuarda, Regina di Scozia, che se ne nutriva quando era malata – Marie est malade! Probabilmente non c’è niente di vero, ma lei non è qui per smentirlo, quindi…

Tuttavia l’arancia amara, ingrediente principale della confettura tanto amata in Gran Bretagna, ha un storia millenaria di molto precedente alla sua comparsa sui nostri toast. Originaria dell’Oriente, dalla Cina e dall’India la pianta si diffuse gradualmente verso Occidente.

I Romani facevano largo uso dell’olio di arancia amara nei loro medicamenti (tra l’altro, è un tonico per la stanchezza). Tuttavia si pensa che l’arancia amara arrivò in Europa occidentale solo tra il X e il XVI secolo. I Mori la introdussero in Spagna, e gli spagnoli a loro volta la portarono nelle Americhe.

Un tempo coltivare le arance era considerato molto chic. Le aranciere o “orangérie” dal 17 al XIX secolo erano presenti solo nei giardini delle tenute più eleganti, e rappresentavano un simbolo di ricchezza. Vedete? L’arancia amara ha quarti di nobiltà sufficienti da meritarle una casata tutta sua.

Such is the spirit of our Orange Bitters Candle, which made its first appearance last year. A noi non resta che augurarvi che le sue fresche note agrumate, avvolte nel calore del legno di sandalo e dell’ambra, si diffondano in tutta la vostra casa indugiando beneauguranti sotto il vischio.

Acquista da questa storia