Il tam-tam della vigna

Storie tra i filari

Maggiori informazioni
Il tam-tam della vigna

Il fascino dell’uva non è da sottovalutare. Antica quanto la civiltà stessa, l’uva è spesso raffigurata tra le labbra di dei, eroi, re e imperatori nell’arte, nella ceramica, nelle poesie e non solo, ed è simbolo di opulenza, decadenza e desiderio inappagato. I chicchi d’uva, un concentrato di tentazione, sono colti direttamente dalla vigna ed esplodono in bocca con una dolcezza infinita.

Nella mitologia greca, Dioniso, il dio del vino, trasforma la sua amante perduta in una vigna. E, infatti, nella mitologia, nel folklore e nella religione di molte culture si ritrovano i racconti della magnificenza dei suoi frutti. Simbolo di abbondanza e prosperità, il mondo antico non poteva fare a meno dei suoi chicchi zuccherini. Si dice, inoltre, che le varietà rosse e nere siano particolarmente ricche di antiossidanti e vitamina C. Coltivata sin dal 6.000 AC, la vite si diffuse nell’Asia Minore attraverso l’Egitto, prosperò in tutto l’Impero Romano e rapì tutti quanti si imbatterono in ognuna delle sue forme.

La linfa della vite era tradizionalmente impiegata dai guaritori per lenire le affezioni cutanee e trattare le infezioni oculari, mentre le sue foglie venivano applicate sulle ferite per fermare le emorragie. Come una sorta di unguento antibatterico e antinfiammatorio naturale, si diceva che illuminasse la pelle e disintossicasse il fegato. Un vero factotum.

Con una storia tanto illustre, non stupisce che la vite abbia un ruolo da protagonista nella nostra nuova collezione. Si dice che sia partita dai Giardini Pensili in cui un nobile re costruì un giardino lussureggiante per la sua amata regina. Un paradiso in cui rifugiarsi, con le sue cascate scintillanti e i mirabili terrazzamenti verdeggianti, dove i frutti della vigna venivano colti mentre si sedeva ai banchetti. Abbiamo abbinato l’inusuale nota di vite intrecciata, legnosa con un tocco di calda ambra, e le note succose dell’uva con la freschezza di Cipro, reinterpretando il classico fougère. Una rivisitazione di un giardino profumato, famoso in tutto il mondo per la sua stupefacente bellezza creata in segno di un amore travolgente.

Acquisti da questa storia