Christmas Traditions

Tutte le storie dietro le nostre tradizioni delle feste

Maggiori informazioni
Tradizioni britanniche di Natale

Qualcun altro da queste parti adora il Natale come noi? Profumi evocativi, preparazioni culinarie sontuose, un’infinità di addobbi e regali affascinanti conditi da un’irresistibile allegria: le tradizioni di Natale incarnano l’essenza della nostalgia delle feste. Ma come sono nate tutte le usanze che associamo a questo magico periodo dell’anno?

Cracker

Il credito per l’invenzione di queste immancabili decorazioni da tavola va a un pasticcere londinese di nome Tom Smith, che le ideò verso la metà dell’Ottocento. A dargli l’idea furono i bonbon francesi avvolti nella carta, ma fu solo davanti a un fuoco scoppiettante che ebbe la pensata creare dei cartoccetti col botto. Alla sua morte, i tre figli iniziarono a inserire nei cracker piccoli bijoux e cappellini. Allegra. E noi abbiamo pensato bene di innalzare il livello della sorpresa riempiendo i nostri Cracker di Natale con i nostri Piccoli Piaceri profumati.


Clementine nella calza

Per questa squisita sorpresa natalizia dobbiamo ringraziare S. Nicola, aka Santa Klaus. Leggenda vuole che il santo abbia gettato un sacco di oro giù per il comignolo di un poveretto che non poteva fornire una dote alle sue figlie. L’oro finì dentro le calze messe ad asciugare vicino al focolare, e oggi è rappresentato dalle clementine che infiliamo sul fondo delle nostre. Naturale, quindi, che il dolce profumo di agrumi delle clementine risvegli immediatamente in noi lo spirito delle feste. Una Cologne Orange Bitters, magari?


Cartoline natalizie

A ideare le prime cartoline natalizie commerciali nel 1843 furono Sir Henry Cole insieme al suo amico e artista John Callcot Horsley, allo scopo di incentivare gli affari del nuovo servizio postale. L’idea prese subito piede, tanto che nel 1900 in tutta l’Europa si spedivano ormai messaggi di auguri a familiari ed amici.

Albero di Natale e profumo di pino

Questa tradizione di origine germanica fu divulgata nel Regno Unito dal marito della Queen Victoria, il Principe Alberto verso la metà dell’Ottocento. Decorato con candele (a rappresentare le stelle), ninnoli di vetro e piccoli regali, l’abete dei reali fu al centro di numerosi articoli sui giornali, e così la nuova usanza natalizia mise rapidamente radici. Il profumo stesso delle pigne non può fare a meno di suscitare la speranza che da qualche parte, sotto l’albero, ci sia ancora un’ultima sorpresa ad attenderci. Nel periodo precedente il Natale, rafforzate questa lieta eccitazione profumando la vostra casa con le Candele Profumate Pine & Eucalyptus.


Dolcetti di frutta secca

A quanto si dice furono i Crociati a riportare dal Medio Oriente le prime ricette a base di frutta secca, dopodiché i britannici vi aggiunsero spezie come la noce moscata e la cannella, fragranti evocazioni di quelle terre lontane. I classici dolcetti di frutta secca detti “mince pie” hanno conosciuto una serie di trasformazioni prima di diventare i ricchi e profumati pasticcini che assaporiamo oggi. L’associazione con il Natale risale al Medioevo, quando si credeva che mangiarne avrebbe portato 12 mesi di buona fortuna. Ricordatevelo la prossima volta che ne addenterete uno preso direttamente dalla confezione alle 10,300!

Acquista da questa storia